Attendi...
Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!

I 9 SEGRETI per dirigere la tua associazione che nessuno ti dirà mai.

Cliccando su "Scarica la guida GRATIS" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

09 febbraio 2018

NUOVO REGISTRO DEL CONI: ECCO COME IL CONI METTE ALL’INDICE LE ASD

ATTENZIONE: questo articolo è destinato SOLO ai dirigenti di Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Come saprai, dal 1° Gennaio 2018 è diventato operativo il nuovo Registro del CONI.

Il Presidente del CONI ha, nelle scorse settimane, prontamente inviato a tutti una pomposa mail in cui spiegava tutte le motivazioni e le incredibili migliorie che questo nuovo sistema andrà a produrre a tutti voi.

Ma sarà davvero così? E il reale intento è DAVVERO quello che ci è stato raccontato?

Non possiamo saperlo. Ma mi pare opportuno che almeno TU conosca e capisca quali siano i TERRIBILI RISCHI cui stiamo andando incontro.

La cosa più importante che DEVI sapere è che NON si tratta assolutamente solo di una formalità. 

Dei dati e dalle informazioni che andrai ad inserire (o che altri inseriranno per te…) infatti, veri e falsi che siano, giusti o corretti, te ne assumerai la responsabilità legale e… fiscale.

Con tutte le possibili ricadute.

Prima fra tutte è che i dati che inserirai saranno a disposizione non solo del CONI, ma anche di tutti gli Enti che si occupano di controlli fiscali.

Agenzia dell’entrate, Siae, INPS, Guardia di Finanza (ma a quanto sembra anche la magistratura e gli avvocati) potranno accedere direttamente a TUTTI i dati della tua associazione (e dei tuoi associati) in tempo reale. Permettendo controlli a colpo sicuro. Questo tipo di invasività non esiste nemmeno per le realtà profit.

Non solo. Se questa operazione dovesse funzionare il CONI diverrebbe in un colpo solo il detentore di uno dei database più completi di informazioni su un segmento della popolazione italiana molto significativo: gli sportivi (oltre 10 milioni di persone: 1 italiano su 6). Probabilmente secondo solo a quello dell’Agenzia delle Entrate e a quello del Ministero dell’interno.

Avere i dati, le informazioni, è potere. E da grandi poteri derivano grandi opportunità…

Ma come saranno utilizzati questi dati? Per fare cosa? A chi verranno dati?

Per spiegarti nel dettaglio cosa comporterà il nuovo registro, le motivazioni ufficiali e quelle ufficiose per cui è stato fatto, quali responsabilità e quali nuovi obblighi ricadono su te come presidente, non era sufficiente un solo articolo.

Per questo abbiamo preparato un corso on line di 5 lezioni, completamente gratuito, destinato solo ai presidenti di a.s.d.

>> CLICCA QUI PER RICEVERE IL CORSO ONLINE SUL REGISTRO DEL CONI <<<

Ti spiegherò un sacco di cose che tutti gli altri fino ad oggi ti hanno nascosto su questo argomento. Ed  è bene che tu ci rifletta sopra prima di decidere se aderire o meno a questa nuova vera e propria SCHEDATURA.

Io credo infatti che PRIMA di fornire tutti i dati richiesti il CONI debba fornire tutta una serie di informazioni e garanzie che oggi non paiono esserci.

Per poter accedere al CORSO SPECIALE RISERVATO SOLO ALLE ASD, ti chiederemo la tua mail e il Codice Fiscale della tua associazione, visto cos’è successo in passato, per verificare che la tua sia davvero una ASD.

>> CLICCA QUI PER RICEVERE IL CORSO ONLINE SUL REGISTRO DEL CONI <<<

Buon corso!

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori