Attendi...

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti…ed evitare le multe?

Cliccando su 'Scopri come evitare le multe' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti ed evitare le multe?
Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!

I 9 SEGRETI per dirigere la tua associazione che nessuno ti dirà mai.

Cliccando su "Scarica la guida GRATIS" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

05 marzo 2017

Stanno uccidendo gli Enti di Promozione Sportiva nel silenzio generale

Stanno uccidendo gli Enti di Promozione Sportiva nel silenzio generale

Prima di commentare l’incredibile (nel senso di “non credibile”) decisione dell’ultima delibera della Giunta del CONI, la n° 1568 del 14 febbraio 2017, peggiorativa rispetto alla precedente delibera 1566 del 20 Dicembre 2016 ho voluto aspettare un po’ di tempo. Ne avevo bisogno per poter smaltire la rabbia mista alla delusione che ho provato.

Lo faccio oggi sapendo che devo scrivere un mucchio di cose sgradevoli per tanti. Ma non per questo mi tirerò indietro.

Perchè questa decisione porta a morte certa gli Enti di Promozione Sportiva?

Per capirlo dobbiamo rispondere a questa domanda: Perchè tante Associazioni Sportive Dilettantistiche vogliono essere nel Registro del CONI? Semplice, perchè, vogliono poter godere dell’eccezionale agevolazione del “Regime dei 7.500 euro” (cioè la possibilità di retribuire gli sportivi dilettanti fino a 7500 euro l’anno completamente esentasse sia per il lavoratore che per il datore di lavoro). E pur di godere di questo privilegio sono state disponibili ad accollarsi un sacco di obblighi in più: costi di affiliazione e tesseramento (per adempiere all’obbligo di legge che impone di assicurare tutti gli atleti delle ASD: Art. 1 DM 3 Novembre 2010), certificazione medica per agonisti e non agonisti, defibrillatori, partecipazione a competizione, adeguamento degli impianti alle normative del CONI.

Tanto per capirci chi oggi vuole proporre un’attività sportiva in forma Associativa, può farlo in 2 modi:

  • attraverso una Associazione No Profit generica (ANPG)
  • con una Associazione Sportiva Dilettantistica.

Guarda questa tabella per vedere i Pro (in verde) e i Contro (in rosso= delle due soluzioni.

ASD ANPG

Regime 7500

si no
Obbligo Certificati Medici si no
Obbligo Defibrillatori si no
Obbligo Affiliazione  si no
Obbligo Assicurazione Atleti si no
Obbligo Impiantistica CONI si no
Obbligo di Competizione si no

c

Guardando questa tabella è CHIARO che se una ASD non potrà più avvantaggiarsi del Regime 7.500 (e sono decine di migliaia quelle escluse perchè la propria attività sportiva non sarà più riconosciuta dal CONI non avendo una FSN/DSA di riferimento)… sarà molto più vantaggioso trasformarsi in ANPG, senza affiliarsi più ad un EPS.

La data della Morte

Non a tutti è dato sapere quando moriranno. Agli Enti di Promozione Sportiva è stato detto: il 30/09/2017 cioè quando scadranno le ultime affiliazioni in vigore di gran parte delle loro ASD che, dopo, non saranno più riammesse nel Registro CONI (a meno di dichiarare di svolgere uno sport diverso da quello realmente praticato… soluzione che sconsigliamo caldamente).

Le Federazioni Sportive Nazionali hanno vinto la battaglia contro gli Enti di Promozione Sportiva (ma non hanno ancora vinto la Guerra)

Non tutti lo hanno capito. Ma i “mandanti” di questo omicidio sono proprio le Federazioni Sportive Nazionali che da tempo cercano un modo per eliminare i loro concorrenti diretti: gli Enti di Promozione Sportiva. Il perchè è abbastanza semplice: tolti gli EPS saranno gli unici enti riconosciuti dal CONI (uno per ogni Sport) sotto il cui cappello gli atleti potranno svolgere il loro specifico Sport. Inoltre, tolti gli EPS (o ridotti i loro numeri di ASD affiliati e tesserati) ci saranno più contributi pubblici per le Federazioni e le DSA. PS: Il Presidente del CONI sta per andare a nuove elezioni per essere riconfermato… e il voto delle FSN è più importante (numericamente) di quello degli EPS… questo aiuta a capire MOLTE cose.

Come impedire la morte degli Enti di Promozione Sportiva

Tralasciamo le polemiche dei mesi passati in cui avvisammo che la strada giusta era quella del coinvolgimento del Ministero dello Sport (colpevolmente silente su questo tema, nonostante i nostri solleciti) per il ritiro della delibera 1566. Appare evidente però che la strada istituzionale del confronto e del ragionamento non è servita (a partire dall’umiliante incontro con Fabbricini al triste esito della successiva della delibera n°1568  del 14 febbraio 2017 in cui l’Elenco degli Sport ammessi… è stato ridotto invece che ampliato!).

==> SCARICA QUI il Nuovo elenco delle discipline ammesse dal CONI

Noi proponiamo una azione molto forte: il Ritiro dalla Giunta Nazionale del CONI dei rappresentanti degli EPS, la richiesta dell’apertura di un tavolo col MINISTERO dello SPORT e il boicottaggio di tutte le attività del CONI da parte degli EPS.

Gli EPS avranno il coraggio e la forza di percorrere questa strada, oppure preferiranno accontentarsi degli avanzi che il CONI getterà loro sotto il tavolo? Lo scopriremo presto.

c

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori

 

4 risposte a “Stanno uccidendo gli Enti di Promozione Sportiva nel silenzio generale”

  1. Rispondi
    marco gatti

    mi spiegate perché allora gli E.P.S. hanno sottoscritto e continuano a sottoscrivere convenzioni con le F.S.N. se proprio queste ultime vogliono la loro eliminazione? vedi endas e uisp con la FIT ad esempio

  2. Rispondi
    Masatomo

    Ok, ho visto la lista ed ho notato che in effetti, in qualche modo, le principali attività svolte possano inserirsi in questa o quella categoria, perciò ho due domande:
    1. mi fate qualche esempio di sport che non rientrano in queste categorie? Nella mia ignoranza, non riesco a capire quali attività motorie sarebbero escluse
    2. Se si volesse cambiare categoria quale sarebbe la procedura? Dirlo al proprio EPS in sede di riaffiliazione?
    Grazie!

    • Rispondi
      TeamArtist

      1- il footgolf per esempio
      2- riscrivere il proprio statuto


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)

  3. Rispondi
    Luca

    Buongiorno

    cosa intendete per obbligo di competizione ?
    Che vanno organizzati tornei/competizioni all'interno della ASD/SSD tra gli associati o al limite in accordo con gli EPS ?
    Oppure che c'è qualche obbligo a partecipare a tornei federali, anche solo di categorie inferiori ? (questa seconda cosa mi parrebbe strana).
    Grazie.