Attendi...

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti…ed evitare le multe?

Cliccando su 'Scopri come evitare le multe' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti ed evitare le multe?
Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!

I 9 SEGRETI per dirigere la tua associazione che nessuno ti dirà mai.

Cliccando su "Scarica la guida GRATIS" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

31 agosto 2017

Come non pagare l’Iva sull’affitto della sede della tua Associazione al padrone dell’immobile

Come non pagare l’Iva sull’affitto della sede della tua Associazione al padrone dell’immobile

C’è poco da fare. Il bravo dirigente di Associazione no Profit deve preoccuparsi di come realizzare la mission (lo scopo sociale) e per poterlo fare, quasi sempre, ha bisogno di risorse economiche (cioè di SOLDI). Proprio così, ci serve lo sterco del demonio.

Mia nonna mi diceva sempre però che “il primo risparmiato è il primo guadagnato“. E molto spesso le Associazioni no Profit buttano dalla finestra un sacco di soldi senza nemmeno accorgersene. Il caso più eclatante è proprio questo: pagare l’iva sull’affitto dal padrone di casa dell’immobile ove hai fissato la sede legale/operativa.

Si, hai letto bene. PUOI NON PAGARE l’IVA sull’affitto del vostro immobile. Come?

c

L’esenzione del canone da IVA nelle locazioni di immobili alle Associazioni

La maggior parte dei Dirigenti di Associazione non sa questo: il proprietario dei locali può (è quindi una sua facoltà e NON un obbligo) optare per l’esenzione del canone da IVA (o più correttamente, non esercitare l’opzione per l’assoggettamento a IVA; non solo, il regime di esenzione è anche il regime normale nelle locazioni immobiliari!).

Visto che le Associazioni no profit col solo CF e quelle con P.IVa in regime 398/1991 non recuperano l’iva che versano ai propri fornitori, sicuramente è un vantaggio trovare un “padrone di casa” che non eserciti l’assoggettamento a IVA. ATTENZIONE: puoi chiederglielo, puoi decidere che per te sia indispensabile ma non puoi obbligarlo. Devi trovare un accordo.

Se il proprietario dell’immobile (o meglio il suo commercialista) ha bisogno di ulteriori delucidazioni, e la tua Associazione è nostra cliente del servizio BLINDO, possiamo metterci in contatto con lui per chiarirgli questo aspetto che, come abbiamo scoperto negli anni, pare essere uno dei segreti di Fatima.

c

Quando ti citano articoli di legge a sproposito su questo argomento

Ogni tanto arriva qualche dirigente di Associazione e mi dice: “ma l’art. 9 del Decreto Legge n. 83 del 22/6/2012 dice che possiamo non pagare l’iva sull’affitto della sede…” di solito perchè lo ha letto su qualche portale per Associazioni di dubbia credibilità (eh si: nel 2017 non puoi credere a qualsiasi stupidaggine solo perchè l’hai letta su un sito web che ti pare ben fatto) .

In realtà quell’articolo è citato a sproposito anche se, in qualche modo, è effettivamente pertinente. Non si tratta infatti di una norma agevolativa per le Associazioni, bensì del testo (più volte modificato) dell’art. 10 del d.p.r. n. 633/72!

Tale articolo abroga 2 tipologie di locazioni in cui l’imponibilità IVA era obbligatoria, rendendola opzionale (e quindi rafforzando ancor di più il concetto che ho espresso poco sopra). Ma entrambe tali categorie, in ogni caso, comunque non riguardavano il caso di specie delle Associazioni no Profit (e da questo fatto si può dedurre che il fatto di rendere esente il canone di locazione degli immobili affittati alle Associazioni sia in vigore da ben prima del DL 89/2012…).

c

La stupida ed inutile richiesta della dichiarazione che l’Associazione non agisce nell’esercizio di impresa, arti o professioni

Per una ragione puramente formativa ti riporto quanto segue:

per quanto concerne i fabbricati strumentali (gruppi catastali B, C, D, E e categoria A/10), le modifiche dell’articolo 9 del Dl 83/2012 di cui ho parlato al capoverso precedente si sono sostanziate nell’abrogazione delle due ipotesi di imponibilità Iva obbligatoria precedentemente previste. Si tratta delle locazioni effettuate nei confronti di locatari:

– soggetti passivi Iva con diritto alla detrazione pari o inferiore al 25%;

– soggetti che non agiscono nell’esercizio di impresa, arti o professioni.

Prima del DL 89/2012 quindi a qualcuno poteva venire in mente di chiedere una dichiarazione per godere della non obbligatorietà dell’imponibilità IVA in cui si riportasse che le Associazioni no Profit sono “soggetti che non agiscono nell’esercizio di impresa, arti o professioni”. Il che era come chiedere ad un veterinario di dichiarare che un Cane non è un Gatto. Per carita, si poteva anche fare… ma mi verrebbe da dubitare della sanità mentale del richiedente.

Oggi però, proprio grazie all’art. 9 del Decreto Legge n. 83 del 22/6/2012, tale dichiarazione (già prima del 2012 totalmente priva di senso) non ha più alcuna utilità o necessità.

c

Cosa fare se oggi la tua Associazione sta pagando l’IVA sugli affitti

Come stabilito dalla Circolare 22 del 28/6/2013 della Agenzia delle Entrate, l’opzione “è vincolante per tutta la durata del contratto”. Quindi dovete parlare col vostro “padrone di casa” capire se è disponibile a fare un nuovo contratto in regime di esenzione, chiudere quello in essere e riaprirne uno nuovo. Anche questo è un tipo di assistenza che TeamArtist, se necessario, offre ai propri clienti BLINDO. Perchè non c’è niente che metta più buonumore per le Associazioni No Profit che risparmiare soldi buttati inutilmente. E a noi piacciono le Associazioni no Profit felici!

c

E se è l’Associazione ad affittare la propria sede ad altri, deve pagare l’IVA?

Intanto non si deve confondere il “Noleggio di struttura” con “l’affitto di immobile”. Per questa differenza ti rimando al nostro ottimo articolo di qualche tempo fa: Una Associazione può affittare a pagamento la propria sede ad altri?

Se si tratta di affitto sicuramente l’Associazione con solo Codice Fiscale o con partita iva in Regime 398/1991 non ha alcun senso che faccia pagare l’iva al suo affittuario!

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori

 

7 risposte a “Come non pagare l’Iva sull’affitto della sede della tua Associazione al padrone dell’immobile”

  1. Rispondi
    TeamArtist

    A lui non applicare l'Iva comporta un minore incasso, che però è compensato da un minore versamento di imposte
    Per Blindo leggi qui https://www.teamartist.com/associazione-protetta-2/


    Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
    - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
    - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
    - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
    (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)

  2. Rispondi
    daniele

    se facessimo una nuova associazione (ASD)COSA DOVREMMO SCRIVERE SUL CONTRATTO?
    STIAMO PER COSTITUIRE UNA NUOVA ASS. nuovo contratto ecc. grazie
    ci iscriveremo poi anche con voi

    • Rispondi
      TeamArtist

      Ti consiglio di scaricare e leggere questa guida
      https://www.teamartist.com/costituire-nuova-associazione/


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)

  3. Rispondi
    Patrizia

    Un gruppo di infermieri, all'interno di un'associazione onlus di pazienti, organizza continuamente corsi di formazione accreditati per infermieri enterostomisti senza consultare prima il direttivo. Come vicepresidente, non informata, vorrei sapere 1) quali sono le procedure da seguire per accreditare un corso di formazione, cioè se l'associazione è tenuta a versare soldi e a chi per l'accreditamento e quanto ci guadagnano gli organizzatori che sono anche formatori e relatori; 2) come può opporsi il direttivo per evitare che i fondi dell'associazione siano destinati esclusivamente a tali corsi.

    • Rispondi
      TeamArtist

      1. Di che tipo di corsi si tratta?
      2. Basta che non approvi il loro svolgimento


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)

  4. Rispondi
    Fabrizio Olivieri

    Ho sempre avuto dubbi su sta cosa. Quindi come ASD che paghiamo per l'utilizzo degli spazi di una palestra, posso richiedere fattura priva di IVA ?

    • Rispondi
      TeamArtist

      Si, come dice l'articolo


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)