Scarica gratis la nostra NUOVA guida per evitare le multe

Per il nuovo GDPR Regolamento UE 2016/679 questa è una newsletter commerciale. Scopri di più.

Scarica gratis la nostra NUOVA guida per evitare le multe
Attendi...

Circolare AdE – Spiegazione per i Presidenti

Circolare 18E: Copertina
Acquista

Prezzo: 19€ + 4€ spese di spedizione

Consegna: circa 5 giorni

SINTESI DELLA CIRCOLARE DELL’ADE SULLA FISCALITA’ DELLE ASSOCIAZIONI

La circolare dell’Agenzia delle Entrate del 1 agosto spiegata ai presidenti di associazione

Il primo agosto 2018 è stata pubblicata una circolare della Agenzia delle Entrate che ha come oggetto:

“Questioni fiscali di interesse delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche di cui all’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, emerse nell’ambito del Tavolo tecnico tra l’Agenzia delle entrate ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano.“

Questa circolare di sole 70 (SETTANTA) comode pagine implica modifiche enormi, in particolare sull’applicabilità del regime 398, il regime fiscale agevolato per le attività commerciali delle ASD con partita iva.

Sono inoltre previste pesanti novità sulla definizione di quali entrate sono considerabili istituzionali - quindi detessate - e quali no.

Detta in parole povere, è possibile che alcune associazioni si troveranno davanti a un bivio: dover abbandonare il regime fiscale agevolato (entrando quindi in regime ordinario con tutti gli appesantimenti che questo comporta) oppure cambiare radicalmente l’organizzazione delle proprie attività.

É inoltre possibile che alcune entrate che fino a ieri consideravi de-commercializzate (quindi detassate) non lo saranno più.

Questa circolare, anche se poco conosciuta, è operativa dal momento della sua emanazione ed è di fatto una delle linee guida utilizzate dalla Agenzia in caso di controllo presso le associazioni, in particolare quelle sportive.

Bisogna capire cosa prevede per poter riprogettare le attività dell’associazione e organizzarsi in funzione dei nuovi cambiamenti (lo so, non si può mai star tranquilli, neanche ad agosto!)

Chi riguarda questa circolare?

La circolare è destinata in primis all ASD (e alle società sportive dilettantistiche).

Ma dal momento che la circolare modifica radicalmente alcuni principi cardine della 398, di fatto impatta anche su tutte le associazioni non sportive che hanno la partita iva e hanno optato per questo regime agevolato.

Infatti la Riforma del Terzo Settore, che prevede tra le altre cose che il regime 398 venga abolito per tutte le associazioni tranne quelle sportive, di fatto non è ancora attiva e su questo aspetto saranno necessari mesi prima che lo diventi.

Nel frattempo l’Agenzia delle Entrate cambia le regole sulla 398, pensando direttamente alla sportive, ma sappiamo che per estensione queste nuove regola verranno applicate a tutti.

Che fare?

1) Capire cosa cambia il prima possibile

2) Una volta capito cosa cambia, dovrai ripensare e riprogettare il prima possibile alcune attività fondamentali della tua associazione, in modo da minimizzarne i danni

Come possiamo aiutarti noi?

Per spiegarti quali cambiamenti ci sono in ballo abbiamo preparato una sintesi della circolare, che ti spieghi nel modo più semplice e chiaro possibile cosa cambia da domani per la tua associazione.

Chi può acquistare questa sintesi?

Possono acquistare la sintesi della circolare SOLO i dirigenti di associazioni sportive dilettantistiche (che abbiano solo codice fiscale o p.iva in regime 398) e i dirigenti associazioni no profit generiche, APS, ONLUS, ODV che hanno p.iva in regime 398.

Chi non può acquistare?

Questa sintesi è focalizzata sulle novità previste per le ASSOCIAZIONI.

La circolare si occupa anche delle SOCIETA’ SPORTIVE DILETTANTISTICHE, ma noi in quanto associazionisti non approfondiremo questi aspetti. Quindi se sei il titolare di una SSD questo prodotto non fa per te.

Allo stesso modo, questo prodotto NON sarà venduto a commercialisti, consulenti o altri professionisti.

TeamArtist è una società di associazionisti che si occupa SPECIFICATAMENTE di offrire servizi per la gestione amministrativa e strategica delle associazioni, con il duplice obiettivo da un lato di evitare la chiusura della associazioni (o le multe) e dall'altro di sostenerele nella continua crescita di iscritti e soci.
È presente in tutta Italia con migliaia di clienti fra le più disparate tipolgie di associazioni da Trento a Lampedusa, da Ventimiglia a Trieste.