Wait...
Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!

Do you want to manage your team with the most profit?
TeamArtist provides you with the most innovative platform to manage your Association.

You have already required a demo using this e-mail address!

Do you want to use this one or are you requiring a new one for another society?

Start your 30 days free trial.

30 days free trial

This field
is required
This is not a
valid email address

By clicking on 'Free trial' you are agreeing to the use of your personal data according to D.LGS 196/2003

Do you need our help?


Fans


Followers

Follow us on Facebook

Follow us on Google+

Follow us on Twitter

05 December 2012

Il Bilancio Sociale delle Associazioni No Profit

In uno dei nostri post abbiamo parlato della redazione del Rendiconto Economico Annuale, come uno degli obblighi a cui devono adempiere tutte le associazioni che intendono usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa (D.Lgs n. 460/97).

Oggi parleremo del Bilancio Sociale delle associazioni no-profit, un documento che, pur non rientrando tra gli obblighi di legge (il bilancio sociale rappresenta un adempimento obbligatorio soltanto per le imprese sociali disciplinate dalla L. 118/05 e dal D.Lgs. 155/06), risulta indispensabile per poter richiedere ed ottenere dei contributi statali.

Cos’è il Bilancio Sociale?

Il Bilancio Sociale rappresenta, per le realtà del terzo settore, uno strumento per rendicontare l’operato svolto: attraverso questo documento un’organizzazione no-profit informa tutti i portatori di interessi (stakeholders) circa le proprie finalità istituzionali, le strategie ed i comportamenti concretamente adottati per raggiungere gli obbiettivi preposti, e i risultati raggiunti, con riferimento sia ai destinatari finali (utenti, beneficiari, etc.) sia agli altri soggetti in qualche modo coinvolti (lavoratori, volontari, la cittadinanza, etc.).

Come si redige un Bilancio Sociale?

La questione è molto complessa ed è veramente difficile fornire uno schema standard valido per tutte le associazioni no-profit. Rimandiamo quindi alle LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEL BILANCIO SOCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT dell’Agenzia per le ONLUS.

In linea di massima il Bilancio Sociale dovrà essere articolato in più sezioni:

  1. Introduzione e nota metodologica: si devono evidenziare le motivazioni, gli obiettivi e l’approccio seguito dall’associazione nel processo di rendicontazione sociale;
  2. Caratteristiche istituzionali ed organizzative: si devono rendere espliciti gli obiettivi che l’associazione si propone di perseguire, l’assetto istituzionale dell’organizzazione, le reti, la struttura organizzativa ed eventuali contratti di outsourcing (che, per “parlare come si mangia” non sono nient’altro che tutti i contratti/appalti con esterni);
  3. Aree di attività e relativi risultati sociali: si devono descrivere le attività che l’associazione ha sviluppato per raggiungere i propri obiettivi e i relativi risultati;
  4. Risultati economici ed ambientali: si devono illustrare i risultati generati dalla propria gestione nel periodo di rendicontazione;
  5.  Obiettivi di miglioramento e questionario di valutazione: si deve discutere del feedback dei lettori e degli obiettivi futuri che l’organizzazione si propone di perseguire al termine del periodo di rendicontazione.

Questo per quanto riguarda il contenuto; quanto alla forma espositiva (tabellare, discorsiva, ecc.), ciascuna associazione è libera di scegliere in totale autonomia.

Ovviamente ogni Associazione, in base alle proprie finalità e al lavoro svolto, fornirà informazioni differenti; ricordiamo a tale proposito che le informazioni richieste per la stesura del Bilancio Sociale sono divise in due categorie: Informazioni Essenziali e Informazioni Volontarie. Va da sé che le informazioni essenziali sono quelle considerate imprescindibili e dunque di fondamentale importanza per la redazione del bilancio, mentre quelle volontarie sono da considerarsi accessorie e dunque da inserire a discrezione dell’organizzazione stessa, che deciderà se fornirle per rendere il proprio bilancio ancora più completo ed esaustivo.

Vogliamo a questo punto condividere questo simpatico video relativo al Bilancio Sociale 2010 dell’ANPAS Nazionale.

LEGGI ANCHE: “Redazione del Rendiconto Economico annuale di una Associazione”

 

Damiano Dalerba & Stefano Cabot

Direttori area noprofit di TeamArtist

 

HAI ANCORA DEI DUBBI? Scrivici qui di seguito i tuoi QUESITI (facendo un ELENCO NUMERATO di tutte le tue domande) e ti risponderemo GRATUITAMENTE dandoti la precedenza SE (ci vogliono solo 30 secondi): 

1. avrai messo “MI PIACE” sulla nostra pagina Facebook:  https://www.facebook.com/TeamArtist.Italy

2. avrai portato il mouse sopra il pulsante “TI PIACE” e selezionato “AGGIUNGI ALLE  LISTE DEGLI INTERESSI”. Solo così continuerai a ricevere tutti i nostri aggiornamenti (senza far ciò non vedrai circa il 60% di ciò che pubblicheremo!)

3. ci avrai chiesto l’amiciziaClicca qui: https://www.facebook.com/Associazioninonprofit.

 

+Copy link

Write your question here

*: required fields

 



Start your 30 days free trial.

30 days free trial

This field
is required
This is not a
valid email address

By clicking on 'Free trial' you are agreeing to the use of your personal data according to D.LGS 196/2003