Attendi...
TeamArtist Tour - Blinda la tua Associazione

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti…ed evitare le multe?

Cliccando su 'Scopri come evitare le multe' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti ed evitare le multe?

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti…ed evitare le multe?

Cliccando su 'Scopri come evitare le multe' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Vuoi dormire sonni tranquilli, superare gli accertamenti ed evitare le multe?
Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!

I 9 SEGRETI per dirigere la tua associazione che nessuno ti dirà mai.

Cliccando su "Scarica la guida GRATIS" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

02 gennaio 2017

Chiudere un’Associazione e riaprirla subito dopo: pensi di essere furbo?

Chiudere un’Associazione e riaprirla subito dopo: pensi di essere furbo?

In questi anni ho visto, letto, ascoltato ed incontrato migliaia di Presidenti di Associazioni No Profit. Di questi un grandissimo numero aveva da poco capito (spesso proprio grazie a noi) che aveva gestito sino a quel momento la propria Associazione nel modo sbagliato (in alcuni casi proprio non l’avevano gestita, omettendo di tenere il Libro Soci, il Libro Verbali e di fare i Rendiconti Economici Finanziari Annuali), rischiando l’accusa di EVASIONE FISCALE ed importanti SANZIONI (che, nella nostra esperienza, vanno dai 5mila ai 250mila euro per anno fiscale sottoposto a controllo).

Sai qual è la furbata tipica che tutti pensano di fare per rimediare (non fare quella faccia, sono sicuro che almeno una volta è venuto in mente anche a te)?

Semplice, chiudere la vecchia Associazione per riaprirne subito una nuova (spesso con lo stesso nome – o simile -, la stessa sede legale, lo stesso responsabile legale e lo stesso patrimonio, trasferito come se nulla fosse da una all’altra). Perchè? Semplice, in tanti sono convinti – sbagliando – che chiudendo l’Associazione nessuno debba più rispondere allo Stato o al Fisco Italiano di quanto è stato fatto nel passato.

A volte mi sono anche sentito dire: “Ma me lo ha suggerito il mio Commerci...”. Ecco sappi che questo è un ottimo modo per riconoscere un pessimo professionista: se chi ti segue ti dice una stupidaggine del genere… ti conviene trovare subito un Associazionista (noi di TeamArtist siamo qui apposta)!

Perchè è INUTILE chiudere una Associazione che ha dei problemi?

Purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista) il Fisco italiano ha il diritto di CONTROLLARE fino a 5 anni solari del passato anche se l’Associazione è stata chiusa. E avviene più spesso di quanto tu possa pensare, te lo assicuro. Anche perchè queste chiusure/riaperture (che spesso avvengono sotto la competenza dello stesso Ufficio dell’Agenzia delle Entrate) svegliano il… can che dorme. Sono infatti un chiaro campanello di allarme che qualcuno ha qualcosa da nascondere e spesso si ottiene lo splendido risultato di ottenere 2 CONTROLLI FISCALI AL PREZZO DI UNO!

Perchè è SBAGLIATO chiudere una Associazione che ha dei problemi?

Beh, ma se chiudo e riapro, che male c’è? Tanti i rischi di ricevere una multa sono gli stessi e almeno con quella nuova riparto da zero senza gli errori che mi trascinerei dal passato se tenessi aperta la vecchia”. C’è un punto che ti  sfugge quando fai questo ragionamento, molto importante: se chiudi la tua Associazione vecchia, in caso di controllo e di sanzione su di essa, NON POTRAI USARE i SOLDI o il Patrimonio trasmessi a quella nuova per pagare! Dovrà pagare, di tasca propria, l’ultimo Presidente in carica (NO, non necessariamente il Presidente dell’anno sottoposto a controllo, leggi questo nostro vecchio post per saperne il motivo).

Non solo. Se avrai cessato la vecchia Associazione, avrai anche cessato l’unica fonte di entrate legittima per andare a pagare l’eventuale sanzione, oltre a te! Infatti se l’Associazione sottoposta a Sanzione può usare le proprie risorse già disponibili per pagare ma anche quelle che eventualmente andrà ad incassare negli anni successivi… ma se tu l’hai chiusa non lo potrà fare! E quella nuova NON può accollarsi i debiti di quella vecchia!

L’unico caso in cui ha senso chiudere una Associazione per riaprirne una nuova

È il caso del cambio di Presidenza. Deve subentrare un nuovo Presidente che non ha intenzione di accollarsi le magagne lasciate dal precedente (capita spessissimo), ci incarica di fare una Ispezione Fiscale Simulata all’Associazione (spesso facciamo veri e propri Audit in questo senso) e quando si capisce che il passato non è recuperabile se non con sforzi enormi e grandi rischi, si opta per la chiusura-riapertura. Certo è una scelta forte perchè è si negli interessi del nuovo Presidente… ma contro gli interessi di quello precedente!

Le varianti alla furbata: denunciare il furto/ smarrimento/ incendio dei documenti, oppure distruggerli

No, seriamente: pensi di essere più furbo o averne viste di più di un ispettore fiscale o di un finanziare? Pensi che stiano tutto il giorno a girarsi i pollici e siano dei gonzi? SBAGLI! Lottano contro i criminali ogni giorno e ne hanno viste così tante che tu, persona perbene che per la sua Associazione No Profit spesso ci rimette, non puoi nemmeno immaginare.

La “furbata” classica che si inventano i Presidenti di Associazione è il “furto dei documenti sociali” con tanto di denuncia ai Carabinieri , oppure lo “smarrimento” durante il trasloco della sede sociale (ne parliamo in questo vecchio post). L’ultima che ci hanno raccontato è di un presidente che ha preso un bacino d’acqua, cha messo dentro della terra e poi tutti i documenti all’interno per un giorno; quindi ha estratto il blocco di carta e lo ha lasciato asciugare… pensando di raccontare agli ispettori che l’Associazione ha subito un alluvione e che i documenti andarono a bagno.

Sai cosa succede in caso di controllo Fiscale? Semplice, che ti chiederanno di produrre comunque tutti questi documenti, al limite di rifarli. E se non lo fai, sarà come se tu non li avessi mai avuti… Questo te lo spiegano fin dal primo secondo nel “mandato” che hanno in mano quando arrivano a farti il controllo fiscale (vedi l’immagine qui sopra), dove si dice, che: “(…) la dichiarazione di non possedere libri, registri, documenti e scritture (compresi quelli la cui tenuta e conservazione non è obbligatoria), resa dal contribuente nel corso di un accesso, opera la preclusione della inutilizzabilità degli stessi a proprio favore in sede amministrativa o contenziosa“.

Se poi la stessa dichiarazione è FALSA o, in quanto diretta a impedire l’ispezione del documento, rappresenta un sostanziale rifiuto di esibizione, accertabile con qualunque mezzo di prova e anche attraverso presunzioni, si peggiorano le cose perchè si tratta di un REATO PENALE (c’è la galera, non so come spiegartelo in altro modo).

E mentre cercherai di raccontare quella balla ti guarderanno negli occhi pensando l’equivalente del detto Napoletano: “Uagliò, accà nissciuno ‘è fesso!“.

Qui un pezzo di VERO verbale ad una Associazione No Profit in cui si riassumono tutti questi concetti:

Verbale ispezione fiscale ad Associazionea

Stralcio di un verbale di una ispezione fiscale ad una Associazione No Profit

Come si chiude una Associazione

Lo spieghiamo molto bene in questo post. Dove capirai anche che nn è proprio una passeggiata e ce ne è di roba da fare.

Come si costituisce una nuova Associazione

Ti consiglio di scaricare, leggere e studiare la nostra guida che trovi in questa pagina.

Cosa devi fare se almeno una volta hai avuto questa idea

Dai retta a me. Ḕ arrivato il momento di fare una nostra Ispezione Fiscale Simulata per capire i rischi che stai correndo e come correre a dei ripari VERI e non delle furbate che ti porteranno solo più guai che benefici.

 

 

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori

 

6 risposte a “Chiudere un’Associazione e riaprirla subito dopo: pensi di essere furbo?”

  1. Rispondi
    Ramollo Camollo

    Non vogliamo chiudere per riaprire, ma dato che non trovo altri topic simili, questo mi sembra il più vicino: ci siamo costituiti ad ottobre 2016, ma per diversi motivi vorremmo, per la prossima stagione, affiliarci ad un'ente di promozione sportiva differente, sia perché crediamo che l'ente attuale non incontri i nostri ideali, sia perché l'ente è totalmente lontano e distaccato dalle ASD o perlomeno dalla nostra.
    Ho cercato info dappertutto per capire come procedere per cambiare ente a fine stagione, ma non ho trovato nulla, quindi chiedo qua: dato che nello statuto tale ente è nominato diverse volte, cosa dobbiamo fare per cambiare?
    Grazie mille per la risposta!

    • Rispondi
      TeamArtist

      Basta modificare lo Statuto in assemblea straordinaria. Scarica, leggi e studia la guida che trovi a questo link.


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)

  2. Rispondi
    Gaetano

     Selve,  nel Direttivo sono rimasto solo io come presidente i soci sono tutti sparita.
    1)come convoco l'assemblea straordinaria? Per la chiusura
    2) come faccio a chiudere l'associazione? Visto c'è sono rimasto solo io?
    3) posso chiudere il CF? se si può fare  posso ritenere  chiusa l'associazione?
    4) se un componente del Direttivo si assenta in molte sedute puo essere tolto dalla carica sociale? Grazie  

    • Rispondi
      TeamArtist

      1. Con le indicazioni riportate a Statuto
      2.3 Leggi questo post.
      4. Non senza avvisarlo e dandogli la possibilità di mettersi a posto


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)

  3. Rispondi
    Nicola

    Damiano ma vieni tu a fare l'ispezione fiscale simulata? o mandi dei tuoi collaboratori?

    • Rispondi
      TeamArtist

      Al momento vengo io. Ma sto formando altre 5 persone a questo scopo... per cui presto per chi vorrà avere me raddoppierà il costo 😉


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)