Attendi...

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Fissa subito una telefonata gratuita con noi per capire come possiamo aiutarti!

Cliccando su 'Invia' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Damiano Giovanni Dalerba -Consulente senior di TeamArtist
Difensore delle buone Associazioni indifese

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Sei ancora in tempo per scoprire i problemi della tua Associazione?

Scrivi la tua email qui sotto:

Cliccando su 'Analizza gratis la tua associazione' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!

I 9 SEGRETI per dirigere la tua associazione che nessuno ti dirà mai.

Cliccando su "Scarica la guida GRATIS" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

02 settembre 2015

I finti rimborsi spese agli atleti minorenni. Quando la Guardia di Finanza chiama a casa le famiglie.

I finti rimborsi spese agli atleti minorenni. Quando la Guardia di Finanza chiama a casa le famiglie.

Mi pare utile e degno di nota quest’articolo pubblicato qualche giorno fa.

L’autore purtroppo (o per fortuna?) NON conosce il meccanismo che sta dietro questo tipo di truffa e credo sia questo il motivo per cui è particolarmente duro nel giudizio.

Qual è il meccanismo tipico? Intanto cominciate a leggere l’articolo. A seguire, tra qualche giorno, la spiegazione. Chi volesse può lasciare nei commenti la propria opinione.

___________________________________________________________________

“Una vergogna. Inenarrabile. Nel momento in cui pensavamo di averle viste davvero tutte, ci arriva una notizia che è un colpo allo stomaco. A cui stentiamo a credere. Tanto che per giorni cerchiamo di capire se la verità sia quella che abbiamo sentito. No, è ben peggiore. E siamo convinti di non essere ancora arrivati al fondo. Che è nero e profondissimo. Perchè si è arrivati al punto di toccare gli indifesi, ovvero i ragazzi e la loro passione.

I fatti. Nudi e crudi. Una società forlivese, di cui potremo svelare il nome solo al termine delle indagini degli inquirenti, ha approntato durante la stagione 2011/12, ma probabilmente anche per quelle precedenti e successive, un sistema di finti rimborsi spese farlocchi in “favore” di una parte dei propri ragazzi delle giovanili. Tutti minorenni e inconsapevoli. Dalle casse societarie uscivano cifre intorno ai 2-3mila euro a nome dei ragazzi. False le “pezze” giustificative e false le firme dei ragazzi. Veri, verissimi i soldi, che qualche mister X ha provveduto a distrarre per altri scopi.

Le famiglie dei ragazzi sono venute a sapere della lorda manovra nella maniera più traumatica: tramite una telefonata della Guardia di Finanza. Che, come prassi, chiedeva conto di questi soldi incassati ma mai dichiarati. Ovviamente le famiglie sono cascate dalle nuvole e adesso, come lo stato italiano richiede, dovranno essere loro a dimostrare di essere state truffate, altrimenti il paradossale rischio è di passare come evasori fiscali.

Sappiamo, per racconti diretti, di famiglie che non navigano certo nell’oro, costrette a mettere in campo avvocati. Che, speriamo vivamente, siano in grado di “girare la frittata” e far pagare i responsabili di questa totale porcata. Da quel poco che trapela, inoltre, pare che la Guardia di Finanza non abbia ancora chiuso il percorso. Perchè il pozzo è profondo. E spaventosamente maleodorante.”

di Riccardo Romualdi – Contributo originale a cura di forlibasket.it

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori

 

4 risposte a “I finti rimborsi spese agli atleti minorenni. Quando la Guardia di Finanza chiama a casa le famiglie.”

  1. Rispondi
    marco

    I soci che compongono il consiglio direttivo sono tenuti anch'essi al pagamento della quota sociale annuale mentre sono in carica oppure in qualche modo possono essere esonerati in funzione della loro carica?

    • Rispondi
      TeamArtist

      No, non possono essere agevolati in nessun modo. Verrebbe meno il principio di democraticità vigente all'interno dell'associazione.


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)

  2. Rispondi
    luigi

    buonasera,
    prima di tutto grazie per queste newslrtters.
    poi, venendo all'articolo, mi chiedevo ma i rimborsi spese vanno dichiarati?
    ovvio che le firme false è un reato anche penale, siamo in un altro campo.
    luigi

    • Rispondi
      TeamArtist

      Sì.


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)