Attendi...

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Fissa subito una telefonata gratuita con noi per capire come possiamo aiutarti!

Cliccando su 'Invia' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Damiano Giovanni Dalerba -Consulente senior di TeamArtist
Difensore delle buone Associazioni indifese

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Sei ancora in tempo per scoprire i problemi della tua Associazione?

Scrivi la tua email qui sotto:

Cliccando su 'Analizza gratis la tua associazione' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!

I 9 SEGRETI per dirigere la tua associazione che nessuno ti dirà mai.

Cliccando su "Scarica la guida GRATIS" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

20 novembre 2012

Centri Ippici & ASD: prepararsi ai controlli fiscali – 1a puntata

Centri Ippici & ASD: prepararsi ai controlli fiscali  – 1a puntata

… (continua da Sef-Italia.it)

I PRIMI DOCUMENTI DA INSERIRE NEL RACCOGLITORE

Questi sono gli unici documenti che di solito hanno sempre tutti e che esamineremo in questa puntata:

  1. Statuto
  2. Atto Costitutivo

Ma possederli non basta. In primo luogo devono essere depositati presso l’agenzia delle Entrate e quindi la copia che dovrete conservare dovrà mostrare la marca da bollo di deposito e la data di protocollo dell’avvenuto deposito. Per alcuni ciò è indispensabile solo per chi ha anche entrate commerciali ma noi consigliamo, visto il costo esiguo (200 euro), di farlo comunque.

Perchè l’Ispettore controlla per prima cosa lo Statuto? Sia per vedere che sia stato depositato ma anche e soprattutto per conoscere le REGOLE che i soci si sono dati tra di loro e verificare, negli altri documenti, se queste sono state rispettate.

Tutti coloro che ruotano attorno alla vostra Associazione (Presidente, direttivo, segretari, soci) dovrebbero quindi conoscere perfettamente il proprio statuto perchè il suo rispetto nella pratica quotidiana vi eviterà errori grossolani.

Per oggi abbiamo concluso e siamo a disposizione per eventuali chiarimenti. Alla prossima settimana!

 

Damiano Dalerba & Stefano Cabot

Direttori area noprofit di TeamArtist

 

HAI ANCORA DEI DUBBI? Scrivici qui di seguito i tuoi QUESITI (facendo un ELENCO NUMERATO di tutte le tue domande) e ti risponderemo GRATUITAMENTE dandoti la precedenza SE (ci vogliono solo 30 secondi): 

1. avrai messo “MI PIACE” sulla nostra pagina Facebook:  https://www.facebook.com/TeamArtist.Italy

2. avrai portato il mouse sopra il pulsante “TI PIACE” e selezionato “AGGIUNGI ALLE  LISTE DEGLI INTERESSI”. Solo così continuerai a ricevere tutti i nostri aggiornamenti (senza far ciò non vedrai circa il 60% di ciò che pubblicheremo!)

3. ci avrai chiesto l’amiciziaClicca qui: https://www.facebook.com/Associazioninonprofit.

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori

 

2 risposte a “Centri Ippici & ASD: prepararsi ai controlli fiscali – 1a puntata”

  1. Rispondi
    Mario

    Salve, vorrei sapere se un'associazione chiude il 31-12-2012 può subire ugualmente dei controlli nel 2013? Grazie

    • Rispondi
      TeamArtist

      La responsabilità di una Associazione, anche dopo la sua chiusura, rimane in capo al suo ultimo Presidente ed all'ultimo direttivo. I controlli possono avvenire, per alcuni tipi di documenti, anche a distanza di 10 anni (ma per la maggior parte solo per i 5 anni successivi); presto faremo un post specifico al riguardo.

      Per quei Presidenti che ad esempio sono stati appena nominati e che trovano una situazione molto carente dal punto di vista della tenuta formale della Associazione, consiglio di: fare un verbale nella prima seduta di Direttivo in cui "fotografare" lo stato dei documenti che si è trovati al proprio insediamento. Procedere ad una rapida sistemazione di tutta la propria documentazione.

      La soluzione di "chiudere l'associazione" quindi non mette nessuno al riparo da sanzioni e contestazioni, o può evitare controlli (può essere anzi un campanello d'allarme).

      Se la nostra risposta le é stata utile può andare su Facebook e mettere “mi piacesulla nostra pagina o post, oppure diventare nostro follower su Twitter.


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)