Attendi...

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Fissa subito una telefonata gratuita con noi per capire come possiamo aiutarti!

Cliccando su 'Invia' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Damiano Giovanni Dalerba -Consulente senior di TeamArtist
Difensore delle buone Associazioni indifese

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Sei ancora in tempo per scoprire i problemi della tua Associazione?

Scrivi la tua email qui sotto:

Cliccando su 'Analizza gratis la tua associazione' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!
Comincia la tua prova gratuita di 14 giorni.

Prova TeamArtist per 14 giorni GRATIS

Devi compilare questo campo
Email non vailda

Cliccando su 'Prova gratuita' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Hai già richiesto una demo con questa email!

Probabilmente stai cercando di entrare in una tua vecchia demo.

09 dicembre 2015

Amministrazioni locali, Coni e società sportive in marcia lungo direttrici comuni di sviluppo sociale

Amministrazioni locali, Coni e società sportive in marcia lungo direttrici comuni di sviluppo sociale

Una grande sfida per il Coni in collaborazione con diversi partners: mettere lo sport a disposizione di chi difficilmente lo farebbe e in aree oggi carenti di attività.

Tre progetti, con risvolti nel sociale sono stati presentati venerdì mattina nella sede di Terni del Comitato Olimpico. Si tratta di tre attività finanziate dal Coni già in atto e che proseguiranno per tutto il 2016, realizzate con il supporto di alcune società sportive locali.

Sviluppo sociale

Il primo è un progetto per promuovere e finanziare l’attività ludico-sportiva rivolta a bambini in condizioni disagiate a cui hanno aderito tre società sportive, ovvero lo Sporting club San Valentino, l’Asd Olympia Thyrus e la Grs. Il progetto si rivolge ad un quartiere in particolare, conosciuto per essere una zona ad alta densità abitativa con forte presenza di disagio sociale ed economico. Il secondo riguarda l’attività motoria per la terza età con la proposta del progetto ‘Dolcemente’ che si svolgerà presso le scuole con lo scopo di far praticare l’attività fisica agli anziani.

Il terzo progetto è l’avvio di attività in aree prive o carenti di società sportive. Nell’ambito di questa iniziativa si sta impegnando il presidente provinciale della Federazione italiana arrampicata sportiva Paolo Petasecca con l’intento di costituire almeno una nuova associazione sportiva in zona. I tre progetti rientrano nella più ampia area di intervento che il Coni ha denominato ‘Luoghi di Sport’.

Sport

Del resto già da tempo il presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò ha inserito tra le mission del Coni non solo quella di creare nuovi campioni, ma anche quella di potenziare la valenza legata alla salute ed all’ambito sociale dello sport. La convinzione alla base è che il degrado si elimini anche con la promozione della socialità e della cultura sportiva.

Coni Umbria

Il Coni sta inoltre facendo un grande sforzo per portare lo sport all’interno delle scuole primarie mentre contemporaneamente è stata lanciata anche una proposta al vice Sindaco Francesca Malafoglia per trovare una possibilità di sgravi fiscali per le associazioni sportive dilettantistiche, soprattutto nel caso in cui diano la possibilità di praticare attività sportiva ai ragazzi e le ragazze che appartengono a categorie svantaggiate o economicamente in difficoltà.

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori

 

2 risposte a “Amministrazioni locali, Coni e società sportive in marcia lungo direttrici comuni di sviluppo sociale”

  1. Rispondi
    Aldo

    Buongiorno,Sono socio di una Asd che propone attività motoria (ginnastica dolce) per persone di ambo i sessi facenti parte del mondo della terza età, con lo scopo di potenziarne la valenza legata alla salute ed alla aggregazione sociale. Tutti i partecipanti all'attività, dietro compilazione di modulo specifico, vengono inseriti a libro soci dietro pagamento di una quota sociale deliberata dal C.D.Inoltre per chi partecipa all'attività è richiesto un contributo con rilascio di ricevuta.
    Domanda : 1)Per la de-commercializzazione dei contributi x corsi è sufficiente iscrivere i soci a libro soci senza rilascio di tessera dell'EPS/Coni o quest'ultima è obbligatoria?? Grazie.

    • Rispondi
      TeamArtist

      Non è necessaria la tessera


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)