Attendi...

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Fissa subito una telefonata gratuita con noi per capire come possiamo aiutarti!

Cliccando su 'Invia' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Damiano Giovanni Dalerba -Consulente senior di TeamArtist
Difensore delle buone Associazioni indifese

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Sei ancora in tempo per scoprire i problemi della tua Associazione?

Scrivi la tua email qui sotto:

Cliccando su 'Analizza gratis la tua associazione' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!
Comincia la tua prova gratuita di 14 giorni.

Prova TeamArtist per 14 giorni GRATIS

Devi compilare questo campo
Email non vailda

Cliccando su 'Prova gratuita' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Hai già richiesto una demo con questa email!

Probabilmente stai cercando di entrare in una tua vecchia demo.

05 ottobre 2015

Scopri i 5 trucchi per aumentare la partecipazione dei bambini ai tuoi corsi!

Scopri i 5 trucchi per aumentare la partecipazione dei bambini ai tuoi corsi!

Il rapporto tra bambini ed attività extra-scolastica è sempre stato un tema molto interessante. Ora possiamo darti alcune dritte su come gestire correttamente il tuo rapporto con loro.

Innanzitutto bisogna capire che la chiave di volta del tuo successo con i giovani atleti è il rapporto che si riesce a instaurare con i bambini stessi ed i loro genitori.

Oggi la considerazione che hanno i bambini dell’attività fuori da scuola è un po’ cambiata rispetto al passato: i ragazzi trascorrono in casa o a casa di amici molto del loro tempo libero, anche perché non ci sono spazi all’aperto dove incontrarsi o, anche quando ci sono, sono sporchi e poco sicuri.

Inoltre quasi un bambino su cinque in Italia non fa sport o altre attività nel tempo libero!

Per capire come sono cambiati i tempi ti basta osservare la considerazione che i ragazzi hanno dell’importanza della pratica sportiva: solo per meno della metà degli intervistati “uno che pratica sport viene considerato molto bene, perché piacciono i ragazzi sportivi”, per gli altri invece questo elemento non è rilevante per la “popolarità” tra i coetanei perché oggi bisogna invece saperne di videogiochi, campionato di calcio e cartoni animati!!!

Ora che hai un ‘idea di cosa pensano i bambini capisci bene perché per cambiare la situazione la soluzione migliore è creare un rapporto positivo con i genitori, gli unici in grado di farli maturare su questo aspetto.

E’ quindi fondamentale far capire a loro 5 fondamentali verità che aiuteranno tantissimo i bambini, i genitori e quindi anche la tua associazione:

1 – L’attività sportiva o di crescita artistico/culturale è utile per la crescita e permette di sperimentare il successo ma anche l’insuccesso, di imparare l’importanza del rispetto dei tempi e delle regole promuovendo uno stile di vita salutare. Tutte cose fondamentali per un bambino.

– I bambini dovrebbero scegliere lo sport o l’attività più affine al loro modo di muoversi e relazionarsi, così si svilupperà una forte motivazione allo svolgimento dell’attività scelta.

3 –Ovviamente il tema del gioco, soprattutto dai 5 agli 8/9 anni, dovrà essere preponderante, indipendentemente da quale corso abbiano scelto di affrontare.

Lo stress agonistico deve essere assolutamente evitato: un atleta maturo deve avere una carica psicologica tale da farlo lottare fino alla fine, in gara, contro il suo avversario, anche se si tratta del suo migliore amico. In un bambino, però questo significherebbe caricarlo della pressione di un intero ambiente affettivo! Il genitore dovrebbe assicurarsi che nei primi tempi di pratica sportiva o artistica il bambino sia indirizzato verso un percorso di crescita fisica e psicologica in cui l’agonismo o il protagonismo vengano coltivati e gestiti ma non esasperati.

L’istruttore può divenire più importante, nella scelta, della disciplina stessa.

Ai genitori infine spetta il compito di controllare che l’attività sia condotta in modo corretto nei primi tempi. Non ha senso accompagnare i figli al corso e poi lasciarli lì come a un parcheggio per approfittarne e sbrigare le proprie faccende!

L’attività ideale, dunque, è quella che:

  • È gestita da un insegnante che conosca questi elementi;

  • Viene organizzata nel rispetto di quanto detto sopra;

  • Stimola lo sviluppo, nel bambino, delle capacità sopra descritte.

FACCI SAPERE se la tua associazione già segue queste regole oppure hai trovato strade alternative a questa ma altrettanto valide!

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori

 

2 risposte a “Scopri i 5 trucchi per aumentare la partecipazione dei bambini ai tuoi corsi!”

  1. Rispondi
    Marco Cascapera

    Buongiorno,
    le domande in realtà sono due:
    1) può un'associazione di Protezione Civile usufruire del gratuito patrocinio?
    2) il presidente di un'associazione di Protezione Civile (come tutti gli altri penso) può dissociarsi dalle decisioni prese dal direttivo di un'associazione di secondo livello e che, quindi, rappresenta anche la sua per autotutelarsi in caso di futuri accertamenti fiscali e/o penali?
    Grazie

    • Rispondi
      TeamArtist

      1) Dipende dal patrocinio, in linea di massima sì
      2) Sì


      Il servizio di risposta ai quesiti è GRATUITO (solo per le Associazioni No Profit) ma prenditi questo IMPEGNO con noi:
      - Risposta entro 1h: invito a mettere mi piace ad altre 10 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 4h: invito a mettere mi piace ad altre 5 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      - Risposta entro 24h: invito a mettere mi piace ad altre 3 persone coinvolte in Associazioni sulla nostra pagina Facebook
      (il tutto va bene anche con Twitter: diventa nostro follower e ritwitta i nostri ultimi (10,5,3) tweet!)