Attendi...

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Fissa subito una telefonata gratuita con noi per capire come possiamo aiutarti!

Cliccando su 'Invia' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Damiano Giovanni Dalerba -Consulente senior di TeamArtist
Difensore delle buone Associazioni indifese

Sei preoccupato per eventuali controlli fiscali nella tua Associazione?

Sei ancora in tempo per scoprire i problemi della tua Associazione?

Scrivi la tua email qui sotto:

Cliccando su 'Analizza gratis la tua associazione' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di TeamArtist su Facebook!
Comincia la tua prova gratuita di 14 giorni.

Prova TeamArtist per 14 giorni GRATIS

Devi compilare questo campo
Email non vailda

Cliccando su 'Prova gratuita' autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Hai già richiesto una demo con questa email!

Probabilmente stai cercando di entrare in una tua vecchia demo.

20 marzo 2014

Gli allenamenti “punitivi” nel basket italiano

Gli allenamenti “punitivi” nel basket italiano

da un post di La Giornata Tipo

“Chi gioca a basket nelle categorie meno “nobili” sa bene che spesso e volentieri durante la settimana gli allenamenti finiscono ad orari improponibili.

Alle 22.30, 23.00, 23.30 a volte anche a mezzanotte. Succede che poi ti addormenti sotto la doccia rovente e se non è per un tuo compagno che ti sveglia, rischi il ricovero al reparto grandi ustioni. E poi, quando sei con l’accappatoio seduto, guardi la borsa, guardi i vestiti appesi, guardi la borsa, guardi i vestiti appesi, guardi il vuoto. Sì perchè nessuno ha voglia di rivestirsi, asciugarsi i capelli, sistemare la borsa, prendere la macchina e andare a casa. Daremmo la tredicesima perchè con uno schiocco di dita fossimo già sotto le coperte col pigiama abbracciati al bambolotto di McGee. 

E alla sesta bestemmia in pakistano stretto del custode che minaccia di chiuderti dentro fino al giorno dopo, decidi di sbrigarti e andare a casa. Arrivi a casa, hai fame, infili la mano dentro il frigo e tiri fuori la prima cosa che capita foss’anche un yogurt scaduto nel 2008. Poi ti metti sul divano e lì in quel momento, potrebbe anche saltar fuori dalla televisione Belen Rodriguez che tu hai spento ogni singola attività cerebrale. Sei fatto come un 18 enne alle 7 della mattina fuori dall’Echoes, ma a differenza del suo acido, tu sei fatto di acido lattico. 

E’ l’1.00, ogni tanto anche l’1.30. Domani alle 7.30 suona la sveglia per andare in ufficio, o a scuola o all’università. Sì perchè ti sei ridotto così solo per una passione che ti ha contagiato fino al midollo. La vita vera è un’altra, si lavora, si studia si fatica. 

Gaddefors, Walsh e Hardy della Virtus si sono pubblicamente lamentati su twitter per l’allenamento punitivo serale terminato addirittura alle 23.30. Non sta a noi entrare nel merito della stagione che sta facendo la loro squadra. Sta a noi mandarli bellamente a fare in XXXX.

Qui sotto puoi inserire una domanda gratuita sugli argomenti di questo post.

Se vuoi invece una soluzione specifica ad un problema della tua Associazione richiedi una consulenza privata.

Scrivi la tua domanda GRATUITA qui

*: campi obbligatori